logo_tesn_uff

Linee Guida al Tema di Studio Nazionale

LA SICUREZZA STRADALE
Per questo primo anno di vita del Tema di Studio Nazionale, si è scelto a mio avviso un argomento di grosso impatto ed attualità di cui noi, in quanto Leo e, come tali, in quanto giovani non possiamo non occuparci. Sarebbe infatti un grande servizio alla comunità far comprendere a tanti ragazzi come noi che, non solo le gare ad alta velocità o i sorpassi azzardati, ma anche il gesto superficiale di non indossare il casco o non allacciare le cinture di sicurezza, sono delle vere e proprie bravate che possono costare loro la vita.
Lo scopo che ci riproponiamo con questo tema, è dunque quello di associarci alle tante campagne di sensibilizzazione già presenti ma in modo originale e del tutto nuovo: il nostro deve essere un appello rivolto da alcuni giovani ad altri giovani, spoglio così dal tipico tono “autoritario” che di solito hanno le campagne di cui sopra. Il nostro sarà un consiglio sensato, nato da una profonda riflessione e maturazione a riguardo del valore della vita. Per affrontare il tema con questo nuovo spirito va quindi attuato un piano operativo diverso dal comune, individuabile in un progetto nazionale unico atto a concentrare l’attenzione dell’intera comunità sul nostro tema. Per questo si è pensato alla SETTIMANA DI SENSIBILIZZAZIONE, da individuare nei mesi primaverili compatibilmente con il calendario multidistrettuale. Questa sarà preceduta da uno spot pubblicitario, da mandare in onda sulle maggiori reti italiane, con uno o più testimonial di fama nazionale da individuare in personaggi dello spettacolo o sportivi vicini al mondo dei ragazzi. L’idea è quella di “sfruttare” positivamente l’atteggiamento di emulazione generato da un idolo in un terget come quello giovanile che spesso e volentieri si lascia influenzare dagli stili di vita dei miti del momento. Vedere il personaggio più in voga indossare il casco o usare il telefonino con l’auricolare può avere un impatto più incisivo di qualunque discorso “diretto” di responsabilizzazione (che spesso purtroppo rischia di rimanere fine a sé stesso) o dei classici video-shock che oggi girano sui nostri teleschermi.

Nel contempo saranno realizzati manifesti e locandine illustrative che accompagneranno ogni nostra manifestazione caratterizzata da un preciso slogan che a tal fine studieremo nei massimi dettagli con esperi nel campo della comunicazione. Durante questi sette giorni locandina_boom_tesn_defl’azione di sensibilizzazione dei Leo italiani si svilupperà principalmente in due diversi ambiti:

1-nelle scuole superiori:
Corsi-dibattito sulla sicurezza stradale con la partecipazione di esperti nei vari campi che il tema della sicurezza tocca (diritto, ingegneria, salute) e di giovani vittime della strada disponibili ad offrire la propria esperienza alla formazione di automobilisti responsabili. Si deve, però, in questo ambito, essere molto attenti a non dare l’impressione di voler fare una lezione di vita, tipica di questo genere di corsi, ma, creando un dialogo, si deve cercare di rendere l’auditorio stesso il vero protagonista dell’ evento. A tal fine è consigliabile l’intervento, in questi incontri, di noi Leo o comunque di persone giovani la cui esperienza possa risultare utile ai ragazzi che ci ascolteranno, sostituendo la figura autoritaria del professore e del vigile che solitamente tengono i corsi di sicurezza stradale, con una figura amica, quale può essere quella di un giovane che parla ad un altro giovane.

2- nei luoghi di incontro giovanili:
- Nelle palestre, nei palazzetti dello sport e stadi, nei centri internet, nelle piazze di ritrovo, nei pub, nei locali di pre-serata, i ragazzi potranno trovare stands Leo, allestiti con il nostro materiale informativo in modo da attirare la loro attenzione.
- All’ingresso delle discoteche gli utenti del locale (e qui la fascia di età si alza notevolmente) potranno trovare postazioni Leo, presso cui poter eseguire l’alcool test gratuitamente e senza lo spauracchio di sanzioni, al fine di indurre chi risulta positivo a non mettersi alla guida, anche per non rischiare di incorrere in controlli da parte delle forze dell’ordine.

Il nostro OBIETTIVO è quindi quello di sensibilizzare alla sicurezza stradale persone che appartengono alla stessa fascia di età cui noi Leo apparteniamo, e questo ci pone nella condizione migliore per instaurare un rapporto di complicità, che è uno degli aspetti fondamentali della relazione umana più idonea per lo scambio di consigli: l’amicizia. Chiunque, tra i ragazzi, ascolta più facilmente il suggerimento di un amico piuttosto che di un professore o di un adulto messo in cattedra a far lezione.

Naturalmente, come accennato in precedenza, i singoli distretti ed i singoli clubs potranno organizzare manifestazioni ed iniziative sul tema anche in tutto il restante corso dell’anno, supportati dal materiale informativo e cercando sempre di tenere ben in mente il tipo di sensibilizzazione sopra descritto.

(tratto dal sito ufficiale dei Leo Italiani www.portaleo.it)